L’export salverà il Paese

Le potenzialità di crescita delle esportazioni del made in Italy nel mondo sono difficilmente quantificabili ma di certo sono enormi.

Molte le cose da poter fare per vederlo decollare e con esso il PIL.

L’Europa è più un fardello che un’opportunità:

  • si pensi alle catene di distribuzione (quelle italiane sono praticamente scomparse);
  • ai tanti accordi internazionali fatti dall’UE che mettono in ginocchio l’agricoltura italiana per favorire quelle dei Paesi extraeuropei con molti dei quali proseguono rapporti di interscambio privilegiati perché ex coloniali;
  • al fatto di avere una moneta, l’euro, che è tutt’altro che competitiva;
  • o ancora di avere un sistema bancario bloccato per cui si ha ancori più vivo che mai il problema del credit crunch per le piccole e medie aziende e si potrebbe continuare ancora per molto.